Utopie/Distopie

2084. Cartoline dal domani

2084. Cartoline dal domani

Che cosa potrebbe diventare Trento nel 2084? E che cos’era Trento nelle cartoline di 70 anni fa? Che cosa resterà della città, e che cosa finalmente sparirà? 2084. Cartoline dal domani  cerca di rispondere a queste domande: attraverso un percorso di ricerca, partito con la raccolta di materiale d’epoca e di cartoline dei primi anni ’50, due curatrici, Mara Pieri e Carolina Bortolotti, hanno ragionato insieme a due illustratori trentini, Elia Nadie e Federica Bordoni, sul futuro della città. Ne è emersa una mostra, che...

continua a leggere

Erbarium

Erbarium

performance con illustrazioni dal vivo con Mara Pieri illustrazioni dal vivo di Elia Nadie   In natura, piante, arbusti, licheni, alberi, erbe, e molti altri ancora, si differenziano tra loro in un frattale sempre in espansione di combinazioni, imperfezioni, eccezioni. La classificazione della natura, l’Erbario, appunto, è un’operazione titanica, che, proprio perchè destinata a non finire mai, assume contorni utopici. E tra gli esseri umani? La classificazione dei 7 miliardi di esseri umani, secondo il loro aspetto, si impernia il...

continua a leggere

Fishing with J.

Fishing with J.

performance con illustrazioni dal vivo con Mara Pieri illustrazioni dal vivo di Elia Nadie   Un pescatore naviga a vista in un fiume desolato, abbandonato, in cui emergono fumi dai colori densi, mormorii lontani, e cadaveri provenienti dalla notte. Il pescatore si chiama Suttree, ed è il protagonista dell’omonimo romanzo di Cormac McCarthy: un uomo solo, emarginato, che pesca pesce gatto per poi rivenderlo al mercato, che scandaglia il fiume raccontando le storie che vede. “Fishing with J.” porta a navigare su fiumi reali e...

continua a leggere

Sound Set Boulevard

Sound Set Boulevard

performance illustrazioni dal vivo Elia Nadie letture e musica Mara Pieri / Guido Laino   Voci, musica e rumori di una città evanescente. Goghi, Goghi e Funambolo G. si sfidano dal vivo a raccontare vie, piazze, strade di città utopiche, attraverso canzoni, estratti letterari, dialoghi di film e registrazioni. Elia Nadie disegna dal vivo le suggestioni che emergono dallo slam. Un viaggio multisensoriale, fantasmatico, attraverso luoghi che nascono negli occhi e nelle orecchie del pubblico, e si trasformano seguendo l’immaginazione...

continua a leggere

Sound Set Boulevard: GvsGvsG in slam

Sound Set Boulevard: GvsGvsG in slam

Il 18 settembre inaugura Sanbàpolis, l’area dello studentato di San Bartolameo, a Trento, dedicata allo sport e alla cultura: uno spazio costituito da palestra, auditorium e roccia sulla quale arrampicarsi. Goghi&Goghi saranno presenti con un doppio evento, per celebrare degnamente la giornata. ore 18.00 Il Piccolo Circo Kluge Hans Goghi&Goghi si esibiscono con alcuni numeri di circo nel carrozzone del Circo Kluge Hans, insieme alla Feroce Zoè, all’Uomo Forzuto e ad altri, spettacoli, personaggi a cura...

continua a leggere

Prima che i polmoni diventino clessidre rotte

Prima che i polmoni diventino clessidre rotte

performance audio/video testo e musica dal vivo Elia Covolan con Mara Pieri   Un audiodramma dal vivo, accompagnato dalle musiche di strumenti originali e stralunati: una storia di città fantasma, facce sporche di miniera, lavoro duro e luce bianca fuori dai tunnel. Goghi&Goghi propongono una formula avvincente e composita di narrazione, nella quale video, musica dal vivo, teatro e performance si uniscono e dipingono paesaggi e sensazioni. Un viaggio simbolico nelle profondità della terra, tra Cile e Italia, nel passato italiano e...

continua a leggere

La locusta: la nuova performance di G&G

La locusta: la nuova performance di G&G

Goghi&Goghi tornano in scena venerdì 26 aprile 2013 in una nuova performance, ideata e messa in scena insieme a Guido Laino: La Locusta. Scena1: Faye/Norma. Tutto prende avvio da un romanzo del 1939 di Nathanael West, che diventa nel 1975 un film di John Schlesinger: Il giorno della locusta. L’opera mette in scena le dinamiche di produzione dell’immagine, la costruzione contemporanea dell’identità, l’ossessione per la celebrità e, in generale, pare anticipare i temi fondanti di quella che Guy Debord chiamerà in seguito la...

continua a leggere

Innesti

Innesti

L’8 settembre inizia Innesti. Il progetto “Innesti” nasce dalla volontà di portare nella città di Trento una riflessione approfondita, multidisciplinare e partecipativa sul tema dei giardini pubblici. Utilizzato, nelle diverse epoche storiche, nei modi più diversi e oggetto di altrettante riflessioni sociologiche, filosofiche, artistiche, nella contemporaneità il giardino pubblico si configura come spazio di confluenza di passaggi e mutamenti del sociale, conflitti e interazioni, arrivando di volta in volta a restituire...

continua a leggere

White Collar Boy

White Collar Boy

performance ideazione di Ila Covolan con Mara Pieri   Un White Collar Boy: un* perfett* impiegat* che svolge il suo ordinario, quotidiano lavoro nel mondo dell’arte professionale, che si muove nel white cube dai muri candidi, luogo di élite e privilegio. L’antitesi di Bartleby lo scrivano. Un White Collar Boy: un’artista, un impiegato dell’arte, una gallerista, un organizzatore. Ognuna di queste figure incarna un micromondo a sé stante, con un proprio linguaggio e orizzonti di riferimento settoriali come camere stagne. Alle prese...

continua a leggere

Magnificat

Magnificat

spettacolo   scritto e diretto da Ila Covolan con Mara Pieri musiche originali di Puppet_Luca Tiengo   Italia, marzo 2009. Una legge istituisce l’obbligo di indicare sui documenti il proprio orientamento sessuale. La popolazione italiana viene suddivisa in categorie attraverso passaporti e carte d’identità di diverso colore. Eterossessuali, omosessuali, lesbiche, transessuali, intersessuali e ‘non definiti/e’ vengono sottoposti/e a controlli atti a verificare la loro appartenenza ad una o all’altra...

continua a leggere