LGBTQ & Gender

An ensemble de ressemblances

An ensemble de ressemblances

short film con / with Mara Pieri ideazione, regia e montaggio / ideated, directed and edited by Elia Covolan 06’00”, 2015 A serie of portraits slowly fades into a performance in which the same face becomes many persons thanks to the intervention of a second person which appears as a phantasmatique presence. Identity in the portrait exists only for few moments, the ones necessary to slowly transit from one gender to another, from an age to another, to become a person and then its opposite. The performance shows the same body...

continua a leggere

Erbarium

Erbarium

performance con illustrazioni dal vivo con Mara Pieri illustrazioni dal vivo di Elia Nadie   In natura, piante, arbusti, licheni, alberi, erbe, e molti altri ancora, si differenziano tra loro in un frattale sempre in espansione di combinazioni, imperfezioni, eccezioni. La classificazione della natura, l’Erbario, appunto, è un’operazione titanica, che, proprio perchè destinata a non finire mai, assume contorni utopici. E tra gli esseri umani? La classificazione dei 7 miliardi di esseri umani, secondo il loro aspetto, si impernia il...

continua a leggere

Nostalgia de vos

Nostalgia de vos

short film con / with Mara Pieri ideazione, regia e montaggio / ideated, directed and edited by Elia Covolan 04’08”, 2014 Può una stupida canzone pop essere il punto d’incontro tra due innamorati lontani, ma casualmente sintonizzati sulla stessa stazione radiofonica? Un qualsiasi brano da top ten diventa l’espediente ritmico per esplorare il percorso di una transizione da motel. Ed ecco che un dialogo d’ amore si tramuta dunque in un simbiotico monologo, fino ad acquisire la precaria forma definitiva, attraverso...

continua a leggere

DI_VISION Laboratorio di immaginari sui generi

DI_VISION Laboratorio di immaginari sui generi

Goghi&Goghi propongono un percorso anticonvenzionale, borderline, esplorativo e del tutto scoppiettante sull’universo degli immaginari di genere. Come costruiamo il genere nel quotidiano? In base a che cosa decidiamo che cosa è femmina, che cosa è maschio? Come possiamo superare gli stereotipi e i pregiudizi basati sulla cultura di genere nella quale siamo immersi? A partire dal proprio vissuto e dalle proprie immagini, Di_Vision propone di sperimentare nuovi modi per immaginarsi nel proprio genere, stimoli per scoprire il genere...

continua a leggere

Wham-Bam-Gracias-Ma’am

Wham-Bam-Gracias-Ma’am

Ha il nome di una caramella, o di un’imprecazione, o di un assemblaggio di suppellettili Ikea. Wham-Bam-Gracias-Ma’am è un progetto ambizioso, che riunisce artist* di diverse nazionalità in una visione collettiva di sovvertimento degli stereotipi di genere e di lotta al dualismo imperante. Una collezione virtuale di opere bilingui, a volte trilingui, che dal Cile all’Italia, agli USA, riflette sui ruoli di genere; un laboratorio critico su assi globali, insomma. Perché gli stereotipi non hanno confini geografici. Come le...

continua a leggere

Magnificat

Magnificat

spettacolo   scritto e diretto da Ila Covolan con Mara Pieri musiche originali di Puppet_Luca Tiengo   Italia, marzo 2009. Una legge istituisce l’obbligo di indicare sui documenti il proprio orientamento sessuale. La popolazione italiana viene suddivisa in categorie attraverso passaporti e carte d’identità di diverso colore. Eterossessuali, omosessuali, lesbiche, transessuali, intersessuali e ‘non definiti/e’ vengono sottoposti/e a controlli atti a verificare la loro appartenenza ad una o all’altra...

continua a leggere

Ed era sempre marzo

Ed era sempre marzo

film “Ed era sempre marzo” intende essere un viaggio che affonda le proprie radici in una storia reale, amara, di speranza e di lotta, una storia che per una volta non ha bisogno di essere inventata. Luglio 2005. Una malattia rarissima colpisce all’improvviso Ila: da un giorno all’altro, si ritrova in un corpo privo di ricordi, senza alcuna cognizione di sé e del mondo attorno. Una vita appesa ad un filo, da ricostruire, rimodellare, reimparare. Questo progetto vuole raccontare l’attesa, la speranza, l’assurdità...

continua a leggere

Skin belongs to

Skin belongs to

film con Shamar_D e Alle_5 “Skin belongs to” (2010) è un gioco con i corpi, che sono lo strumento attraverso il quale in primo luogo mettiamo in campo la nostra soggettività, declinata in tutte le sue forme: di genere, sessuale, politica, generazionale. Questo lavoro  mira a decostruire il genere indagando il corpo attraverso una lente macro, che lo snatura, lo rende mostruoso, paradossale. Osservando il corpo fisico al microscopio, i canoni del maschile e femminile scompaiono, i punti di riferimento quali i caratteri sessuali...

continua a leggere

Calcestruzzi

Calcestruzzi

performance scritto e diretto da Ila Covolan con Mara Pieri   “Mi serve una pala, mi serve una pala”. “Mi servono scatoloni, altro cartone”. “Calcestruzzi” è una performance di 15 minuti, una pillola teatrale e letteraria sulla caducità della costruzione senza decostruzione. Il testo di “Calcestruzzi” nasce in occasione del festival Mesiarte – L’ingegneria dell’arte, tenutosi il 15, 16, 17 settembre 2010 a Mesiano, Trento, e organizzato da Asut, Associazione Studenti Universitari Trento, in collaborazione con Spazio...

continua a leggere

Divise

Divise

spettacolo   scritto e diretto da Ila Covolan con Mara Pieri   “Divise” è uno spettacolo sul genere e sul lavoro. “Divise” è un viaggio dentro frammenti di immagini, collage di luoghi comuni e meno comuni, su uomini, donne e soggettività al lavoro. Su un palco sommerso da immacolati rotoli di carta igienica bianca, che si trasformano in scale, torri, sedie, pesi, materassi, zattere, si snodano e si intrecciano spaccati di realtà lavorative delle più diverse. Uno spettacolo su donne che lavorano ma non sono pagate, su...

continua a leggere