Bio

Il Collettivo Goghi&Goghi nasce informalmente nel 2004 ed ufficialmente nel 2010 dall’incontro tra Mara Pieri, attrice e performer, e Ila Covolan, autrice e fotografa. Fin dall’inizio la ricerca artistica di Goghi&Goghi è stata orientata alla fusione e commistione dei reciproci linguaggi, attraverso la sperimentazione e l’indagine di più generi artistici, dal teatro alla performance, dalla fotografia alle installazioni e ai video. In particolare, l’attività di Goghi&Goghi è fortemente legata a temi quali le discriminazioni e in generale l’ambito LGBTQ* (Lesbico, Gay, Bisex, Trans, Queer), attraverso lavori che riconducono all’intersezionalità delle lotte, alla lotta al pregiudizio, alla sovversione delle normatività. Inoltre, la loro ricerca artistica si è concentrata principalmente sul legame tra queste tematiche e altri filoni, quali quello della malattia e dell’emarginazione. Attualmente, Goghi&Goghi lavora a Trento, dove collabora con diverse realtà locali.

 

Lavori fotografici e installazioni

 

My fair pharmakon” (2011), installazione realizzata per la mostra collettiva dei 6 finalisti dell’Ufofabrik Prize, Galleria Ufofabrik, Moena (TN) – curatore Mauro de Francesco

Juegos de Fuegos” (2011), installazione realizzata per la mostra collettiva Equipe Show 11, Equipe 5, Mezzolombardo (TN) – curatore Mauro de Francesco

Piccola Accademia Fantasma” (2011), di Goghi&Goghi e Il Funambolo, progetto di multiarte realizzato nell’ambito di Science en Plein Art, concorso realizzato dal Museo Tridentino di Scienze Naturali, Trento – curatori Andrea Viliani, Armona Pistoletto

in_visible memory of” (2010), installazione realizzata per la mostra collettiva Equipe_Show , Equipe 5, Mezzolombardo (TN) – curatrice Alessia Carli

The white stands for” (2010), installazione realizzata presso la Galleria Civica di Arte Contemporanea di Trento, nell’ambito di “L’artificio/Trentoship” – curatore Guido Laino

Placenta” (2005), serie fotografica esposta in alcune mostre collettive

 

Video

 

Skin belongs to” (2010), presentato a “Screen Off!” – Queer Film Festival di Milano e al Centro Cultural CasaBrandon, Buenos Aires, Argentina

Ed era sempre marzo” (2009), presentato fuori concorso a Festival CinemaZero 2010, Trento

 

Spettacoli teatrali

 

Divise” (2010), testo e regia di Ila Covolan, con Mara Pieri – presentato a “Qualcosa del Genere”, ciclo di seminari organizzato dal Centro Studi di Genere, Facoltà di Sociologia, Università degli Studi di Trento. Spettacolo realizzato con il contributo di Wallenda, Trento; Fusolab, Roma e di Centro Teatro, Trento

Transisters” (2010), testo e regia di Ila Covolan, con Nicole de Leo e Mara Pieri, presentato a Universinversi

Magnificat” (2009), testo e regia di Ila Covolan, con Mara Pieri, musiche originali di Puppet – attualmente in tourneè nazionale, presentato a Festival LGBTQ* Universinversi, Trento

 

Reading teatrali e performances

 

Adios” (2011), performance per “Adios Wallenda”, Trento

E’ finita” (2011), reading e performance di e con Ila Covolan, Mara Pieri, Nicola Sordo per “Adios Wallenda”, Trento

Calcestruzzi” (2010), di Ila Covolan, con Mara Pieri, reading e performance – presentato a Mesiart, Trento

Le foglie appassirono tutte insieme” (2010), di Ila Covolan, con Mara Pieri

E così ho pensato alle magnolie in fiore” (2009/2010) di Ila Covolan con Mara Pieri, pubblicato su Rossopane Magazine, presentato al circo(lo) Wallenda (TN) per la performance “Calcestruzzi”

E così ho pensato al biondino che mi ha spezzato il cuore” (2009/2010) di Ila Covolan con Mara Pieri, presentato al circo(lo) Wallenda (TN) per la performance “Calcestruzzi”

Nord-Rest” (2009), di Ila Covolan, con Mara Pieri, musiche originali di Sebastiano Luca Insinga – testo finalista al concorso “Subway letteratura 2010”

E fu sera e fu mattina” (2008), di Ila Covolan, con Mara Pieri, musiche originali di Sebastiano Luca Insinga, presentato a Festival LGBTQ* Universinversi

Chi si ferma è perduto” (2005), di Ila Covolan, con Mara Pieri, musiche originali eseguite dal vivo di Ila Covolan e Mauro Volpato

 

Premi e riconoscimenti

 

Menzione speciale per la “Piccola accademia fantasma” nell’ambito di Science en Plein Art, concorso realizzato dal Museo Tridentino di Scienze Naturali, Trento

 

Ila Covolan

 

Ila Covolan (Valdobbiadene, 1986) laureata in economia per le Arti, la Cultura e la Comunicazione presso l’Università L. Bocconi di Milano e diplomata nel Master Photography and Digital Imaging presso l’Istituto Europeo di Design di Venezia, attualmente frequenta la laurea magistrale di Sociologia del Lavoro, Organizzazione e Sistemi Informativi presso l’Università di Trento. Lavora come fotografa indipendente, come tecnico teatrale e come regista/drammaturga, e con Mara Pieri fa parte del Collettivo Goghi&Goghi. Ha esposto i propri lavori visuali in Argentina (Pequenas Bestias presso il Centro Cultural Casa Brandon, Buenos Aires, curatrice Lisa Kerner, e “Mis padres no lo saben” presso il “Primer encuentro nacional de mujeres lesbianas y bisexuales” tenutosi a Rosario, curatrice Lisa Kerner), Belgio, Milano, Venezia, Trento.

Nel 2005 ha vinto il premio nazionale di Microdrammaturgia “Mai Detto, M’Hai Detto”, durante il quale è stato messo in scena il suo microspettacolo “Scagliate la prima pietra”.

La sua opera fotografica “Icecreams” (2008) ha vinto il primo premio nell’ambito della “PES Group photo competition” ed è stata dunque esposta presso il Committee of the Regions a Bruxelles, in occasione dell’anno del Dialogo Interculturale (2008); ha inoltre preso parte alla mostra “Fax for peace, fax for tolerance” (2009-10) tenutasi a Pordenone ed è stata utilizzata come immagine della seconda edizione del festival Universinversi (2009). Ha pubblicato le proprie opere fotografiche su numerose riviste internazionali e indipendenti.

 

Mara Pieri

 

Mara Pieri (Valdobbiadene, 1984), è laureata in Sociologia presso l’Università degli Studi di Trento. Collabora stabilmente con Ila Covolan dal 2004, con il nome di “Collettivo Goghi&Goghi”. Nel 2004 inizia la formazione teatrale nel 2004 insieme alla Compagnia Teatrincorso Spazio 14 di Trento. Con Teatrincorso, lavora in spettacoli per ragazzi, tra i quali “Hansel e Gretel” (2007) e “Pinocchio” (2008). Nel 2008 vince il Premio Ribalta per la Miglior Recitazione con il ruolo di Pinocchio nell’omonimo spettacolo.

Inoltre, lavora a produzioni per adulti, tra cui “Amleto” (2007) e “A_PART” (2008), spettacolo vincitore di una Menzione Speciale all’International Women’s Theater Festival di Tornio e Haparanda (Finlandia). Nel 2008, è attrice nella lettura-spettacolo “Avrei preferenza di no”, tratto da “Bartleby lo scrivano” di Hermann Melville, prodotto da Il Funambolo e presentato a Manifesta 7. Nel 2009 è attrice in una puntata di

“Frammenti”, serie web prodotta da Shado TV in collaborazione con Sky. Collabora con l’Associazione Il Funambolo a letture ed eventi. Segue progetti di formazione teatrale, lavoro attoriale e performance, e sperimenta commistioni di generi al limite tra teatro, performance e video.