La locusta

2013

performance

ideazione Goghi&Goghi e Guido Laino

con Guido Laino e Mara Pieri

video di Elia Covolan

 

Tutto prende avvio da un romanzo del 1939 di Nathanael West, che diventa nel 1975 un film di John Schlesinger: Il giorno della locusta. L’opera mette in scena le dinamiche di produzione dell’immagine, la costruzione contemporanea dell’identità, l’ossessione per la celebrità e, in generale, pare anticipare i temi fondanti di quella che Guy Debord chiamerà in seguito la “società dello spettacolo”.

La “scena1” si concentra sul personaggio di Faye, che vorrebbe fare l’attrice, e che nella nostra rilettura si sovrappone a Norma Desmond, l’indimenticabile attrice decaduta di Viale del Tramonto (1950): ecco sovrapporsi opere diverse, piani e linguaggi differenti, per generare una figura di personaggio fantasma che è il primo tassello della ricomposizione del mondo di Il giorno della locusta, che sarà completata nelle prossime scene.

Seguiranno altre “scene”, che andranno a comporre, in trilogia, uno spettacolo completo. Stay tuned.