Islated

2012

performance

ideazione di Ila Covolan
con Mara Pieri  

 

Islated è la storia di un naufragio raccontata attraverso frammenti di frammenti di frammenti.

Due personaggi dialogano mentre costruiscono una barca rudimentale che dovrebbe portarli in salvo dall’isola deserta in cui sono naufragati. Islated mette in scena il dialogo e la scena stessa, li racconta scomponendo e ricomponendo frammenti della storia in un continuo e sorprendente gioco di rimandi tra audio registrati, mixati come pezzi da disco, battute dal vivo e azioni compiute e ripetute.

Il linguaggio di Islated è il linguaggio del dj che si unisce a quello dell’attore e del performer, per creare una narrazione che è al contempo una narrazione dal vivo e una narrazione registrata, un dj set e un racconto, un’esperienza sensoriale e una performance corporea, un radiodramma e uno spettacolo. Una sperimentazione sul filo delle liminalità create dall’interazione tra tecnologia, comunicazione e narrazione, una messinscena di una messinscena in cui corpo, mediazione tecnologica e discorso si rincorrono e si confondono.